martedì 5 gennaio 2016

Tutorial cover per smartphone

Ciao a tutti! Oggi ho deciso di spiegarvi come creare delle cover personalizzate adatte a qualsiasi tipo di smartphone.
Recentemente ho pubblicato diversi tutorial su youtube mostrando due diverse tecniche, una con l'utilizzo del silicone, l'altra invece, di cui parlerò in un successivo post, con la pasta polimerica.


Tecnica 1: SILICONE
Inizio subito dicendo che ho scoperto questa tecnica grazie a due canali youtube: Elartedepau e Fimokawaiiemotions (lei stessa ha ripreso la tecnica da Elartedepau).
Lo specifico perché purtroppo, come spesso accade, a molti non piace citare la fonte corretta delle proprie idee limitandosi ad un laconico "ispirato al web". Questa è mancanza di rispetto pura e semplice.
Ad esempio, è di FimoKawaiiEmotions il video diventato virale per realizzare una cover a forma di uovo fritto.

Fatta questa precisazione, vediamo come realizzare una cover per il vostro smartphone.
Quello che vi occorre è:

  • una confezione di amido di mais (detta Maizena, che è la marca). La trovate al supermercato nel reparto farine. Io la trovo a 1 euro.
  • Un tubo di silicone 100% acetico possibilmente bianco. Lo trovate nei negozi di bricolage ma anche nei supermercati, nel reparto casalinghi, se c'è. Io lo trovo a circa 3 euro. Benché in commercio esistano diversi colori (grigio, nero...) io vi consiglio di acquistare solo quello bianco, che ha una consistenza diversa.
  • Una pistola per il silicone, altrimenti non potrete utilizzarlo. La trovate sempre nei negozi di bricolage a circa 4 euro.
  • Un facsimile del vostro telefono, che ho realizzato tramite pasta di scarto. Le youtuber che vi ho citato prima preferiscono utilizzare il telefono originale, ma personalmente trovo questo sistema poco sicuro dovendo in seguito tagliare via il silicone in eccesso con un taglierino o un bisturi. Meglio non rischiare.
  • Una ciotola per mischiare i due ingredienti.
  • Colori acrilici e per tessuti, opzionali se si vuole colorare il silicone.
  • Matterello.
  • Se volete, guanti per non sporcarvi le mani e una mascherina per non respirare il silicone, che puzza da morire.
  • Carta forno.
  • Forbicine, bisturi, o taglierini per rimuovere il silicone in eccesso.
Dopo aver riempito la ciotola di amido di mais (non esiste una quantità precisa, dovete fare ad occhio), aprite la vostra confezione di silicone. Usate un semplice taglierino per affettare e aprire il tubo. Il silicone asciuga abbastanza in fretta, perciò cercate di avere tutto a portata di mano per non perdere tempo. Con la pistola, fate cadere del silicone nell'amido di mais, cercando di non farlo entrare in contatto direttamente con la ciotola, altrimenti si attaccherà. A questo punto mischiate i due ingredienti cercando sempre di avere le mani piene di Maizena. 
Non è semplicissimo le prime volte, perché se il silicone non è sufficientemente mischiato all'amido di mais, il risultato sarà catastrofico.
A questo punto molti mi chiedono se è possibile usare un sostituto della Maizena. La risposta è NO.
Se volete colorare il silicone in questa fase, potete farlo usando colori acrilici.

Una volta che avrete ottenuto un composto omogeneo, stendetelo sulla carta forno con il matterello (entrambi sempre bene infarinati, mi raccomando). Se durante la stesura vi rendete conto che il silicone è nuovamente appiccicoso, non l'avete mischiato abbastanza, quindi, se sarete ancora in tempo, mischiatelo ancora con altro amido, altrimenti ricominciate tutto il procedimento daccapo con altro silicone.

Ora prendete il facsimile del vostro telefono, piazzatelo al centro della sfoglia di pasta, e ricopritelo.
Potete rimuovere l'eccesso di silicone o in questa fase o successivamente (meglio). 
In un'ora scarsa la pasta sarà asciutta, ma per un'asciugatura completa al 100% aspettate un giorno (io non lo faccio!)

Se volete colorare il silicone DOPO l'asciugatura, vi sconsiglio vivamente di utilizzare i colori acrilici (così come le tempere): purtroppo ho notato che dopo che il colore si sarà asciugato, se proverete a "strizzare" la cover si creeranno delle crepe nel colore, così come sarà facilissimo lavarlo via con dell'acqua o rovinarlo con le unghie. L'unico colore che non viene via è quello per tessuti, che costa un po' e richiede diverso tempo per l'asciugatura, ma è l'unico veramente valido (almeno, tra quelli che ho provato).

Se volete aggiungere dei dettagli in plastica, in tessuto o altro alla cover, attaccateli solo con altro silicone (come se fosse una colla). Qualsiasi altro tipo di colla non reggerà.

Con questo sistema potrete crearvi tutte le cover personalizzate che la fantasia vi suggerirà senza dover cercare una cover base adatta al vostro telefono (ad esempio, io non trovo MAI cover per il mio LG :( )

Se volete scoprire anche la seconda tecnica cliccate qui, altrimenti vi lascio ad uno dei video che ho pubblicato che forse vi chiariranno meglio questo post.




2 commenti:

  1. È molto interessante e soprattutto complimenti!Ho però due domande da farti:in quanto tempo asciuga il silicone e come hai fatto il facsimile del tuo cellulare?

    RispondiElimina
  2. Si puó usare il silicone acrilico al posto di quello acetico?

    RispondiElimina

Tu cosa ne pensi?

Created By Sora Templates